Tutti i vantaggi e le funzionalità di HubSpot

Autore: Riccardo Casini, 25 settembre 2020 12.33.00 CEST
Riccardo Casini

Quello della scelta del software CRM è un problema davanti a cui, prima o poi, tutte le aziende mediamente strutturate si trovano di fronte: la necessità è sempre quella di avere uno strumento capace di migliorare le performance nella gestione della relazione con i clienti (acquisiti e potenziali).

 Molti sono i big del settore che negli anni hanno prodotto release sempre più avanzate dei loro prodotti; ma pochi sono coloro che riescono ad assicurare un’interconnessione così efficiente di dati, sia tra i reparti dell’azienda (in particolare marketing e sales, tipicamente “separati”), sia con gli altri strumenti digitali di cui la stessa è dotata, come riesce a fare HubSpot.

Questi due aspetti rappresentano forse i suoi vantaggi più evidenti rispetto alla concorrenza, ma non solo: anche sulle funzionalità “core” di un CRM la piattaforma di inbound marketing garantisce prestazioni eccellenti. Vediamo come.

Sales automation

HubSpot fornisce un’interfaccia estremamente intuitiva e semplice per la gestione dei contatti nel nostro database, mostrando immediatamente per ciascuno le principali informazioni anagrafiche.

imm1rc

Tra queste figura l’azienda del contatto, di cui HubSpot (partendo dal semplice dominio dell’email) va a reperire in automatico le principali informazioni (fatturato, numero dipendenti…) , con le quali compila l’anagrafica: comodo, no?

imm2 rc

La schermata dei contatti è ovviamente personalizzabile a piacimento, scegliendo tra le tante proprietà del contatto quelle che vogliamo visualizzare immediatamente. Tutte le altre possono essere consultate all’interno della scheda del contatto stesso, che si presenta così:

imm3rc

Tra le proprietà figura anche il “Lifecycle stage”, ovvero il punto nel quale si trova il contatto all’interno della pipeline di vendita della vostra organizzazione; si tratta di un campo che HubSpot può aggiornare automaticamente alla luce di alcuni parametri impostati (il cosiddetto “lead scoring”, ovvero l’attribuzione di punteggi a determinate caratteristiche e comportamenti del contatto stesso, in relazione a quanto è appetibile per la vostra azienda). Inoltre, grazie al sistema interno di marketing automation, è possibile impostare determinate azioni che HubSpot effettuerà nel momento in cui il contatto cambia “stage” (dalla notifica interna al referente sales, all’invio di comunicazioni mirate al contatto stesso).

Insieme ai dati anagrafici, nella scheda del contatto sono poi racchiuse tutte le informazioni utili sia per il marketing, come ad esempio le attività sul vostro sito (pagine visitate, ecc.), le newsletter alle quali è iscritto e molto altro; sia per i sales, con le tab Deal (dove inserire proposte commerciali, offerte, template di documenti o comunicazioni…) ma anche per il post-vendita e l’amministrazione. Tutte le proprietà del contatto possono essere gestite tramite filtri, per andare a costruire di volta in volta segmenti-target, ad esempio per specifiche azioni promo-commerciali.

Inoltre, nella scheda contatto è possibile appuntare note e task (es. recall), ma anche tenervi traccia delle email scambiate, delle chiamate effettuate o degli incontri svolti, avendo così a disposizione la cronologia completa delle interazioni con il contatto in questione. Non solo, grazie alle tante possibilità di integrazione di HubSpot, è possibile effettuare direttamente telefonate, videoconference e gestire le email, così come il vostro calendario di appuntamenti, il tutto in un’unica interfaccia.

 A proposito di integrazioni, ecco uno dei grandi vantaggi di HubSpot: dialoga con la maggior parte dei tool e dei software esistenti, consentendovi tra le altre cose di personalizzare e automatizzare i flussi di ingresso dei vostri contatti. Il CRM di HubSpot sarà così in grado di alimentarsi, ad esempio, da chi si registra sul vostro ecommerce, partecipa a un vostro evento o da chi si iscrive alla newsletter, importando tutta una serie di dati a corredo del più importante e ambito, l’indirizzo email.

imm4 rc

I contatti possono essere poi raggruppati in liste, a loro volta “statiche” (create e implementate manualmente) o “attive” (che si alimentano automaticamente secondo parametri impostati dall’utente).

Incontriamoci per parlare di HubSpot!

Lead generation & management

Come appare evidente, HubSpot è una piattaforma in grado non solo di gestire contatti acquisiti, ma di aiutarvi a generarne di nuovi. Grazie alle sue funzionalità per il marketing, può dar vita a intere sezioni del sito (blog) con landing page, form di contatto e relativi workflow per trattare i lead in entrata; può gestire strumenti automatici di conversation (chatbot), in aiuto anche al reparto post-vendita. Può integrarsi con il sistema di email marketing, con i canali social e con Google Analytics per le campagne di online advertising, gestendo quindi tutti i canali di ingresso di potenziali, nuovi contatti, per passarli poi ai sales.

Come? Anche questo passaggio può essere automatizzato, scegliendo determinati criteri (settore di business, ruolo in azienda, area geografica…) attraverso i quali indirizzare un lead verso una specifica figura commerciale in azienda.

Al tempo stesso, possono essere create vere e proprie “welcome series”, con messaggi personalizzati di benvenuto e notifiche al referente sales a cui viene attribuito il contatto, magari con un remind per una chiamata di follow-up se l’azione effettuata fornendo il contatto (es. download, iscrizione a un webinar…) faccia presagire un interesse particolarmente “caldo” verso l’acquisto. Come vedete, anche in questo caso funzionalità sales e marketing vengono gestite insieme, migliorando l’integrazione tra i due reparti e ottimizzando tempi e risorse.

imm5rc

Report, tutto in una vista

Altra funzionalità importante di una piattaforma così articolata come HubSpot è la sua capacità di fornire una reportistica chiara e dettagliata, a seconda dei ruoli in azienda e dei relativi interessi.

imm6rc

HubSpot consente di creare numerose dashboard personalizzate scegliendo tra una vasta gamma di report predefiniti e altri da comporre: ad esempio, con gli indicatori di interesse per i sales o per il marketing, con i risultati di una determinata campagna o attività commerciale; o ancora, grazie alle possibili integrazioni, è possibile tracciare le web analytics, gli insights dei canali social e le performance delle attività di email marketing, convogliando in un unico cruscotto tutti i dati relativi all’attività online dell’azienda.

imm7rc

In questo modo, ancora una volta, ogni reparto (sales, marketing, ecc.) potrà monitorare costantemente i risultati delle proprie attività e di conseguenza aggiustare eventualmente la strategia impostata, mentre le figure direzionali possono analizzare le performance dei reparti o dei singoli referenti sales, i dati di vendita, ecc. e andare così a intervenire prima che si verifichino possibili criticità.

Un partner affidabile

Capito ora perché la nostra agenzia è Certified HubSpot Solutions Partner? Abbiamo scelto questa piattaforma perché crediamo nella sua filosofia e nella sua capacità di mettersi al servizio delle aziende come CRM e come strumento integrato a supporto dell’attività commerciale e di marketing, affinché queste possano procedere a braccetto, per un maggiore efficientamento dei processi interni.

Incontriamoci per parlare di HubSpot!

 

Topics: marketing automation, digital marketing, CRM, inbound marketing, content marketing, Marketing digitale, pmi