Dalle vendite online al web marketing: come trovare clienti nel settore food

Autore: Alessandra Raccagni, 20 dicembre 2018 10:21:00 CET
Alessandra Raccagni

Il comparto alimentare, da sempre uno dei più tradizionali sia per abitudini di consumo che per tipo di prodotto, si è saputo rinnovare nell’offerta e nel linguaggio, guadagnandosi il proprio ampio spazio sul web.
Se una volta, per distinguersi dalla concorrenza, al macellaio bastava la qualità dei prodotti e al fruttivendolo la varietà dell’assortimento, oggi il web ha permesso di superare le barriere geografiche ed è la piazza in cui conoscere tutto di un cibo e anche il negozio in cui fare la spesa.

È infatti la fonte primaria di informazione per una spesa consapevole e sostenibile. Su internet i consumatori cercano i produttori della propria zona, verificano la tracciabilità degli ingredienti, intercettano i pareri sulle etichette e le opinioni degli altri consumatori.

Attrarre i clienti 

Che si tratti di prodotti ricercati e di primissima scelta o di alimenti di consumo quotidiano, il web va presidiato poiché offre molte opportunità per farsi conoscere, trovare e, perché no, anche acquistare!

Sei interessato a qualche dato aggiornato? Scarica il nostro ebook “I trend nel settore ecommerce"

Per le vendite online, prima di tutto, non si può prescindere da un sito internet completo ed efficace: che stiamo parlando di una bottega di tipicità o di un brand della grande distribuzione, ciascuno può avere il proprio spazio su internet. 

Dal design funzionale e semplice da navigare, un sito deve far conoscere la gamma completa dei prodotti, gli ingredienti e le preparazioni; vi si possono trovare ricette ma anche i dettagli nutrizionali degli alimenti e, perché no, anche la loro storia. Ad ognuno, insomma, il vestito giusto per dialogare con i clienti effettivi o potenziali e da tenere continuamente aggiornato, ottimizzato e ricco di contenuti. E già questo basterebbe per tenerci impegnati tutti i giorni, per tutto il giorno. 

ecommerce generico

Promuoversi, misurando esattamente i risultati 

Ci sono poi altri vantaggi che si possono cogliere da una presenza efficace sul web. Partiamo dai motori di ricerca, il punto di partenza per qualsiasi utente che cerchi qualcosa in rete. E parliamo non solamente di seo optimization  dei contenuti del proprio sito, ma anche di campagne di investimento su Google Ads, per posizionare il proprio brand tra i primi risultati di ricerca delle parole più attinenti.

Se Google è il primo strumento, non dimentichiamo anche i canali social, a partire da YouTube, Facebook, Instagram, Snapchat per sfruttare la loro dimensione virale e raggiungere quanti più utenti possibili, individuando esattamente chi vogliamo andare a colpire! Tra i vantaggi principali dei new media, la possibilità di definire esattamente il pubblico a cui vogliamo proporci e di misurare analiticamente i risultati e il ROI, praticamente real time. Valutando quanto si sta spendendo e con quali risultati, è possibile modificare rapidamente le proprie strategie di promozione e di investimento.

Dialogare costantemente con il cliente

Un uso attento e mirato degli strumenti digitali può coinvolgere l’utente in differenti maniere e in diversi momenti della propria vita e della giornata, seminando briciole del proprio brand che conducano il consumatore, proprio come con Pollicino, fino all’acquisto: il presidio dei portali e dei siti (anche forum) dedicati ad un certo tipo di alimentazione a cui ci rivolgiamo, alla tradizione a cui la nostra marca si rifà, al territorio di origine…

Inoltre, la raccolta di recensioni e pareri dei consumatori sui siti dedicati e, perché no, anche attraverso l’attivazione di un sistema di assistenza al cliente online, dal social caring alle chatbot all’instant messaging. Fino a coinvolgere piccoli o grandi influencer della rete che si facciano ambasciatori della nostra marca: pensiamo non solo agli chef stellati che usano siti e canali social per fare tendenza e anche per attirare clienti, ma anche ai micro blogger che con le loro ricette o i consigli pratici in cucina si sono conquistati la fiducia degli utenti.

Vendere online: è proprio per tutti?

Significativa in termini di impatto sul cliente e sulle vendite online, infine, è la presenza di un proprio canale ecommerce o la scelta di affidarsi ad un marketplace che con la propria struttura è in grado di far fronte a tutti gli aspetti di un sistema di vendita, consegna e servizio al cliente che richiede puntualità ed un’efficace organizzazione.

Le soluzioni a disposizione di chi vuole entrare nel mondo del commercio digitale sono molte, a seconda del tipo di prodotto e di sistema di vendita ed anche in funzione dell’investimento che si vuole avviare, senza considerare che esistono anche opportunità finanziarie e di sostegno alle imprese che avviano un percorso di digitalizzazione come questo. 

Sei interessato a qualche dato aggiornato?  Scarica il nostro ebook “I trend nel settore ecommerce” 

 

Topics: ecommerce, marketing automation, digital transformation, industria 4.0, web marketing